Trekking del Cavallaro

Ecco una classica escursione da fare nei dintorni di Premilcuore spiegata dai nostri amici del gruppo escursionistico Alto Rabbi Trekking, che oltre a portarci al rifugio del Poggio Cavallaro, ci farà passare per le famose grotte urlanti senza tralasciare la splendida cascata della Sega vicino al maneggio Ridolla. Un tracciato di circa 16 km con un dislivello complessivo intorno ai 1100 mt. per persone allenate e con scarpe da trekking ed equipaggiamento adeguato (zaino, impermeabile ecc.) oltre all’acqua visto che non ci sono sorgenti lungo il percorso.

Dalla piazza di Premilcuore raggiungiamo il sentiero 317 che ci porta al maneggio da dove (con breve deviazione) possiamo ammirare la cascata della Sega. Proseguendo su bella mulattiera raggiungiamo il ponte nuovo e le sue grotte urlanti. Tenendo sempre il fiume alla nostra destra raggiungeremo cà Petriccio dove svolteremo a destra su un ponte di cemento sul fiume Rabbi.  Dopo averlo attraversato in pochi minuti saremo sulla strada provinciale dove poco sopra troveremo una maestà che indica il nostro prossimo sentiero numero 319. Subito in salita attraverseremo un fosso e poi ancora salendo potremmo ammirare sulla sinistra le antenne del monte Falco. Attraversata una pineta giungeremo al rudere di cà Bruscheto e poi, salendo ancora, al rifugio del poggio Cavallaro (tutte le info per soggiornare nel sito).  Lasceremo il rifugio alle nostre spalle camminando su pista larga e comoda e dopo poche centinaia di metri gireremo a destra sulla pista forestale. Quì la passeggiata è panoramica e molto comoda fino alle rive di Castellana (con staccionata e tabella) dove è possibile vedere la parte finale del paese, il maneggio e il crinale del Falco che si perde in direzione di poggio Scali. Proseguendo lungo la strada a sx potremo scorgere Bocconi e poco più avanti in una curva la tabella che indica il sentiero 323 per Premilcuore. Passeremo nel prato di Piansegni e davanti al rudere di Vetreta fino al monte della Colla con la via Crucis ed infine di nuovo in paese davanti l’ospedale.

giro cavallaro

 

Ecco il link al file gpx per il vostro gps o smartphone:

https://www.dropbox.com/s/rzp0umzmmr3cqgo/giro%20cavallaro.gpx?dl=0

Il file gpx è utilizzabile dalla maggior parte dei dispositivi di navigazione per outdoor e app dedicate per smartphone. Eventuali imprecisioni sono da imputare al dispositivo utilizzato per la registrazione del percorso,  pertanto si raccomanda di avere sempre con se una cartina della zona in caso si riscontrassero errori o il segnale gps fosse basso o assente. Inoltre raccomandiamo sempre una batteria supplementare in quanto queste app consumano molta energia oltre ad una radio per le chiamate di emergenza (vedi rete radio montana).

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: