Cà Pollare-il Barile

il tracciato qui proposto è un interessante giro ad anello intorno al paese. Circa 15 km con un dislivello che supera i 1000 mt totali. Potrebbe sembrare semplice ma non lo è affatto. Occorre essere ben allenati per affrontare la forte salita iniziale e la ripida discesa finale sulla pista delle mountain bike. A tal proposito occorre tenere gli occhi ben aperti al passaggio dei nostri amici su due ruote.

Il tracciato è presente sulla carta escursionistica del parco solo per un tratto, per il resto ci affideremo unicamente al file gpx che i nostri amici di Altorabbitrekking hanno preparato per noi e che potete scaricare al link in fondo alla pagina. Ad ogni modo i sentieri che affronteremo anche se non segnati sono ben visibili.

Iniziamo il percorso davanti all’albergo Rocchetta seguendo la provinciale superando la Pieve fino davanti all’isola ecologica. Saliremo nel sentiero di fronte ad essa. La prima parte costeggia un fosso quasi sempre carico d’acqua dove incontreremo segni di vita passata con i ruderi del Casone e di case Pollare. Da notare in quest’ultima le belle querce secolari.

Usciti dal bosco il sentiero sale ancora più deciso verso il crinale dove possiamo ammirare il panorama che spazia dal paese a Brinatello, mentre alla nostra destra Rio de campi con il piccolo cimitero, la chiesetta e alcune case lungo la gola.

Sul crinale prenderemo il sentiero 401 tenendo la sinistra in direzione del valico Manzo e la strada della Valbura. Proprio al bivio da notare l’indicazione del cammino di Sant’Antonio sulla nostra via.

 

Giungeremo al valico e attraverseremo la strada prendendo la pista forestale in direzione del rifugio poggio Cavallaro e la percorreremo fino ad una curva in ombra dove alla nostra sinistra vedremo l’indicazione sommo Giumella con il sentiero detto il barile (sulla pista forestale per accorciare abbiamo preso un piccolo sentiero segnato in forte salita per accorciare un la strada e sbucare vicino al pennone radio dei vigili del fuoco).

Scendiamo decisi lungo il percorso mountain bike non presente sulle carte ma molto chiaro e ben battuto. Qui raccomandiamo attenzione per il fondo scivoloso e la forte pendenza. In un ora circa arriveremo a fondo valle a guadare il fosso.

Infine attraverseremo il vecchio deposito esplosivi della forestale per arrivare sulla provinciale località Giumella e da li a destra per scendere alle grotte urlanti per giungere in paese sulla vecchia strada fiorentina segnata come 317.

Avremo così completato questa impegnativa escursione ma ricca di emozioni e paesaggi incantevoli.

 

Ecco il link al nostro tracciato: https://www.dropbox.com/s/rg0jw25yiixuqda/ca%20pollare%20barile.gpx?dl=0

Buon divertimento e siate prudenti!

Annunci

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: